Tuesday, 8 March 2011

Come una volta

Ricordo che quando arrivai qui, oramai quasi 3 anni orsono, la tv mi aiutò molto con l'inglese. Anche solo sentirla in sottofondo mentre facevo colazione o mi preparavo per la scuola era un ottimo esercizio di pronuncia. La velocità e la cadenza (il famoso rising and falling) con cui parlavano i giornalisti mi affascinava come una bellissima melodia e i gingles delle pubblicità mi entravano nella testa e per giorni non se ne andavano più. Uno in particolare mi è rimasto impresso, una banalissima melodia che ogni tanto diceva "Mooon Piiiig", un nome bizzarro (Luna Maiale). Si tratta di un sito che realizza biglietti d'auguri personalizzati.

© www.dailymail.co.uk
Per certe cose sembra quasi che il tempo qui si sia fermato e in un certo senso non mi dispiace. Adorano festeggiare e sono bravi a farlo in grande stile. Se abiti qui devi avere almeno un vestito da sera ed un cappello nell'armadio e se e' il tuo compleanno è buona norma e regola andare in giro per la città con una fascia o un badge con su scritto "Oggi è il mio compleanno". 
Una costante in ogni tipo di festa sono però i biglietti d'auguri. Almeno ogni 10 giorni arriva sulla mia scrivania una busta con dentro un biglietto per un compleanno, un matrimonio, una nascita, qualcuno che sta male o anche qualcuno che se ne va.
Potete presentarvi senza regalo ma non senza biglietto e se non potete darlo di persona potete alla vecchia maniera usare le poste che, specialmente a natale sono intasate di biglietti. Loro amano inoltre conservarle spesso sulla mensola sopra il camino oppure, se il camino non lo accendono, le "stendono" su un filo che legano ad entrambi gli angoli del camino stesso.


Passeggiando per una cittadina inglese si possono incontrare vari negozi che vendono solamente biglietti e articoli per regali come carta, fiocchi ecc. Uno dei più forniti, ma anche a mio avviso più cari, è Clinton. Qui potrete trovare, accuratamente divisi in sezioni, biglietti di svariato tipo dalla laurea alle congratulazioni per la nuova casa. La sezione più grande riguarda i compleanni suddivisa per amica/o, migliore amica/o, bimba/o, nipotina/o, nonna/o, mamma o papà, zia/o, collega, capo/a ecc... I prezzi variano dai 50 penny (anche se ne trovate molto pochi a questo prezzo) fino anche a 5/6 sterline per quelli grandi, che suonano o particolarmente elaborati.


3 comments:

Nicla said...

Però non hanno tutti i torti. ;-)Ricevere un bel biglietto fa sempre piacere. Io principalmente li faccio a mano. Con varie tecniche.
Unendo l'utile al dilettevole. ^__^

CyberLuke said...

..."è buona norma e regola andare in giro per la città con una fascia o un badge con su scritto "Oggi è il mio compleanno".

In Italia sai cosa ti accadrebbe, vero?... ;)

Dama Arwen said...

Il negozio somiglia tantissimo a "IL PARADISO DELLA CARTA" che c'era a Milano... era l'unico dove i biglietti e le carte erano di un certo gusto...

Spero che almeno in inghilterra siano fatti meglio delle schifezze che si trovano ovunque qui in italia...

Sull'andare in giro col badge per annunciare che è il proprio compleanno, beh, avrei qualcosa da ridire ^^"
È troppo divertente leggere degli usi e costumi in inghilterra

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...