Monday, 27 September 2010

Boa Vista (Capo Verde) overview generale


Non ci dilungheremo più di tanto nel raccontarvi la vacanza (chissenefrega) abbiamo invece deciso di fare un paio di post uno riguardante le escursioni e le attività e questo che farà un overview generale sul resort, cibo ecc e sulla locale cittadina di Sal Rei capitale dell'isola. In fondo al prossimo post troverete un link con una selezione di fotografie.


Boa Vista è una delle 10 isole che formano l'arcipelago di Capo Verde, prima di decidere per quest'isola in particolare avevo fatto una ricerca su internet e tutti la classificavano come quella con le spiaggie più belle. 


In teoria non abbiamo scelto il momento migliore per andarci tra settembre e novembre è infatti il periodo delle pioggie ed è anche il periodo più afoso. Appena siamo atterrati ci hanno accolto 32°, nei giorni precedenti guardavo assiduamente le previsioni e devo dire la verità sono pertita con le dita incrociate dato che non erano delle migliori. A discapito di ciò abbiamo avuto pioggia un paio d'ore nella giornata di lunedì non ha quindi assolutamente rovinato la vacanza. C'era sempre qualche nuvola come si denota anche dalle foto ma per fortuna erano solo lì per presenza.
L'afa è stata persistente per tutta la nostra permanenza, inutile dire che a mezzogiorno era impossibile stare al sole senza la testa coperta e che le zanzare non ci hanno dato tregua ma a nostro vantaggio c'è il fatto che Capo Verde è ventilato. Molti mi avevano allarmato sul quanto fosse ventilato, ma io l'ho trovato perfetto dato che smorzava ogni tanto il forte caldo ed inoltre non la reputo più ventosa di Marsa Alam dove si il vento è molto forte tanto che sulla spiaggia ci sono i paraventi accanto le sdraio. Il vento capoverdiano lo definirei una piacevole brezza o almeno lo è in questo periodo dell'anno. Francesco ha goduto maggiormente del vento dato che ha preso lezioni di windsurf ma di questo vi parlerà lui nel prossimo post.





Il mare è di un bel color smeraldo e caldo dalla mattina alla sera. Abbiamo trovato spiaggie di sabbia bianca molto fina a dispetto dell'Egitto dov'erano più rocciose. L'acqua diventava subito alta dopo pochi passi (con alta intendo che io toccavo in punta di piedi e sono 1.75 circa) e certi giorni c'erano onde anche molto forti, abbiamo infatti avuto solo un giorno intero di bandiera verde per il resto del tempo era gialla.





Il nostro resort era un 5* (o almeno il tour operator lo classifica così) sul mare, molto grande (750 stanze) con una piscina per bimbi, cinque ristoranti (di cui 3 a tema), cinque bar (di cui uno in piscina), una spa, spiaggia privata e centro diving. La novità per noi che abbiamo apprezzato è stato il bar nella piscina in cui si poteva tranquillamente arrivare al bancone nuotando. Il posto era pulito e il personale gentile ed efficiente nulla da dire in proposito. 





Il cibo era sempre molto, vario e devo dire buono. Una sera è stato a tema Canarie, due sere abbiamo cenato nei ristoranti a tema africano e capeverdiano (c'era anche l'asiatico ma non ci interessava). Il capeverdiano era ottimo, pesce buonissimo.


Il resort offriva un servizio di taxi sia via mare che via terra per la capitale dell'isola Sal Rei. Il primo giorno le signorine del nostro tour operator ne parlavano bene e così martedì abbiamo deciso di andarci. Non potevamo fare scelta più sbagliata...




Dal momento che abbiamo messo piede nella "cittadina" non potevamo fare un passo senza che qualcuno ci rompesse le scatole. Per farla breve in realtà non c'è nulla da vedere se uno non è interessato a girare per una piccola cittadina per metà lasciata in costruzione dove non trovi altro che negozi di souvenir tra l'altro di media bassa qualità. Quello che volevano costringere a comprare erano le classiche statuine africane tutte identiche, braccialetti uguali al tutto a mille e quadretti fatti con la sabbia colorata di cui avevo un kit da bambina. E tutto assolutamente a prezzi assurdi. L'unico negozio dove ho comprato due regali ci sono entrata di mia iniziativa senza esserne costretta e ho pagato per il giusto valore.
Dovevamo starci un paio d'ore ma dopo un'ora eravamo speranzosi sulla spiaggia ad aspettare un taxi.

 

A parte le zanzare e gli asini non abbiamo visto molti animali. Ci è stato detto che anche se è Africa non ci sono animali pericolosi. Il primo giorno abbaimo visto un signore pescare un piccolo squalo e  quello è stato l'unico animale pericoloso che ho personalmente visto. Nella zona non c'è il rischio di malaria e quindi le zanzare erano solo fastidiose. Con mia grande sorpresa vengo a scoprire che nell'hotel c'è una colonia di gatti un pò magri data la ferrea dieta a cui sono sottoposti per via delle malattie (così era scritto nella brochure).




Il resort non offriva molte attività a parte le classiche cose da villaggio, ma noi essendo mascherati da inglesi non venivamo importunati dagli animatori (per fortuna). Ma come già detto, per tutte le attività vi lascio al post di Francesco.

PICCOLO UPDATE: Mi sono scordata di dire che noi siamo sempre stati nel villaggio o comunque con personale del resort dato che girare da soli non e' assolutamente consigliato. Dal resort si possono affittare macchine e girare l'isola da soli ma non ti dicono che al 90% vieni derubato lo so che magari puo' essere un po' meno avventuroso ed esilarante ma e' pero' la soluzione piu' logica a mio avviso, uomo avvisato...

3 comments:

Larsen said...

"Il resort non offriva molte attività a parte le classiche cose da villaggio, ma noi essendo mascherati da inglesi non venivamo importunati dagli animatori (per fortuna)."

bhahahaha :D:D grandissimi :D
in effetti ste cose da "vacanzieri" sono imbarazzanti... anche perche' uno in vacanza ci va proprio per evitare che la propria vita sia organizzata da altri (come gia' capita durante tutto l'anno sul lavoro), che senso ha trovarsi pieno di impegni anche in vacanza?

CyberLuke said...

Ehi!... ma mancano le foto di Francesco spalmato sull'amaca a dormire a bocca spalancata, e quelle di Ale che si cambia il reggiseno del bikini!
Sono queste le foto gossippare che ci si aspetta da una coppia trendy come voi due!

Nicla said...

Mi avete fatto venire voglissima di andarci.

Mannaggia voi!

Post molto utile IMHO.

ps che bello essere scambiati per inglesi ed essere lasciati in pace.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...