Tuesday, 21 July 2009

Back to Italy for 2 hours

Ieri siamo stati a Londra.
Avevamo un appuntamento al consolato per rinnovare il passaporto di Francesco.
Già la mattinata è cominciata male, questa volta ho voluto pagare io i biglietti del treno visto che di solito ci pensa lui. Eravamo un pò in ritardo e Francesco corre alla biglietteria a fare i biglietti con la mia carta. Quando anch'io arrivo alla stazione mi aspetta una doccia gelata. I biglietti mi sono costati 64£ in totale! (a/r x entrambe) Un colpo per me dato che al momento non ho un lavoro fisso e una grossa sorpresa dato che la sera prima in internet i prezzi per lo stesso orario erano diversi. Ero così nervosa e arrabbiata che in treno piangevo e non riuscivo a capire perchè far pagare una tratta di 57 minuti 15£, tra l'altro era pieno di pendolari mi chiedevo come cazzo facessero ad arrivare alla fine del mese pagando così tanto di trasporto. Più passa il tempo meno capisco questa gente, comunque questa è un'altra storia.

Al consolato ci viene detto di aspettare in una saletta e che verremmo chiamati da un'impiegata.
Alla saletta già ho un tuffo nel passato, brusio di sottofondo, coda disordinata agli sportelli e gente che passa davanti dicendo "Scusi mi serve solo un'informazione". Si eravamo proprio nel consolato giusto.
Vengono chiamate circa una decina di persone prima di noi che evidentemente avevano dato forfet perchè nessuno si alza. Mii uguale proprio!
Tocca a noi e l'impiegata, molto sgarbatamente, ci dice che dovevamo uscire andare alla posta comprare una specie di marca da bollo (non volevano contanti anche se sul sito c'era scitto che andavano bene) e una busta speciale per la spedizione del passaporto direttamente a Cambridge una volta finito (anche qui sul sito nulla, ma comprare uno scatolone di quelle specialissime buste lì e venderle direttamente allo sportello no è?).
Inutile dirlo dovevamo immaginarlo, in Italia sei fortunato se non devi andare da un posto all'altro per fare un documento perchè il consolato dev'essere diverso. Stupidi noi che dimentichiamo così in fretta le nostre radici!
La posta più vicina era a circa 10 minuti, mettici poi un pò di coda e la compilazione per la marca da bollo altri 10 minuti per tornare e un'altro pò di coda di per consegnare le due cose in tutto abbiamo fatto fuori due ore per consegnare un documento, due foto, una busta e una marca da bollo.
We're missing you, Italy!

4 comments:

Roby said...

Eh-eh! Noi italiani ci facciamo riconoscere ovunque! Mai che però capiti di fare bella figura...

Dama Arwen said...

Che dire...
Radialk è impazzito x fare il passaporto x gli USA; ha telefonato al consolato Americano a Roma e manco gli han detto buongiorno: chiesto solo il num carta di credito e zanzati in diretta 15€. E manco gli han dato le info che gli servivano.
È dovuto andare a Roma di persona da Palermo...

alessandraclerico said...

Ma dai! Noi per fare il passaporto quello nuovo elettronico ci hanno chiesto 74,80£! È vero che dura 10 anni però! Mettici pure 7£ per la marca da bollo...

CyberLuke said...

Queste disavventure metropolitane mi suggeriscono sempre che c'è un Disegno dietro tutta questa burocrazia... appositamente studiata per complicare la vita delle persone.
Mi manca solo il Movente, ma ci arriverò.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...