Wednesday, 6 January 2010

Perdite e guadagni


Avrei dovuto fare almeno due post su due novità uno sul lavoro ma malfidata come sono io finchè non firmo il contratto non rendo nulla ufficiale (quindi per ora è ufficioso) e uno su una possibile nuova casa che non riusciamo a trovare ma che ci serve quanto prima. Dunque piuttosto di rodermi il fegato il pomeriggio ricaricando i siti di case ogni ora circa, scriverò due righe qua.

Quest'anno come al solito sono scesa circa 12 gg in Italia e ogni volta mi accorgo di cose che mi mancano e cose che invece sono contenta che qui non ci siano.

Cosa mi manca (e cosa ho perso andandomene):

Maya, la gatta più stronza che ho mai conosciuto (non tanto diversa dalla sua ex padrona) però pur sempre la mia compagna di vita per 3 anni, quella che c'era sempre in ogni situazione, quella che mi fermavo a guardare per ore senza mai stancarmi e si quella che mi svegliava la mattina graffiandomi i piedi e facendomi i dispetti. Lei l'ho proprio persa, mi riconosce sempre ma ormai non c'è più l'alchimia che c'era un tempo;

Il palato, mi mancano molto i profumi di fresco e gli odori in generale, qui a parte il forte odore di cipolla e aglio la roba non ha odore ed è una cosa tristissima. Ricordo la sera che sono arrivata a casa non credevo ai miei sensi quando ho mangiato una semplice fetta di prosciutto cotto era gustoso e sapeva di fresco e cosa peggiore me l'ero dimenticato. Rispetto sempre il buon cibo ma mi sono resa proprio conto di quanta schifezza sto mangiando. Noi italiani siamo viziatissimi e ci troveremo sempre male mangiando all'estero c'è poco da fare;

Orari normali, negozi aperti fino alle 8, locali aperti tutta la notte e uscite pigre alle 11 di sera;

Gente che beve ad orari consoni (e non solo birra), mi ha fatto molta impressione vedere una ragazza inglese bere alle 4.30 del mattino una birra mentre aspettava per il check in a Ciampino. Non sono una salutista per carità ma per me queste cose non sono normali e a lungo andare sono disastrose per l'organismo;

Mia nipote Emma, che quando mi rivede penserà "oddio questa la conosco ma chi è già?", vabbè a due anni non posso pretendere che si ricordi ma mi farebbe piacere esserle più vicina, chissà quando crescerà e capirà magari;

Persone di fiducia, l'appoggio della famiglia, gli amici, questa è una cosa che mi manca molto, puoi vivere anche nel più bel posto della terra ma se fatichi ad inserirti sei nel posto peggiore

Cosa non mi manca:

La maleducazione italiana, gente che mi passa davanti in coda, che mi urta non scusandosi e di questo devo dare ragione a Luca meglio tante scuse false piuttosto che nessuna;

Vedere i boxer dei ragazzini per strada e altre stupide mode, ne ho visti tanti questi giorni e per fortuna non è una moda che ho visto spesso qua;

La televisione italiana, un mucchio di spazzatura non coprono neanche più le dita di una sola mano i programmi ancora pressochè guardabili non parliamo poi delle faccie (non dico come ma lo sapete :)) che ci stanno dentro;

La gente che si lamenta, classico prototipo italiano. Gli stranieri pensano che noi siamo pizza, mafia e mandolino in realtà non sa che più di tutto siamo un paese di lamentoni e ne abbiamo di roba per lamentarci per carità peccato che però pochi fanno qualcosa per cambiare le cose.

4 comments:

Nicla said...

:O

Concordo in pieno e in bocca al lupo per casa e lavoro!

Alessandra said...

Ciao!! Grazie mille per l'iscrizione (si dice così? O.o) al mio blog! Mi fa molto piacere!!!

Alessandra said...

Ciao Omonima! Figurati mi piacciono molto i tuoi pastrocchi ;)

Fra said...

Non ho l'esperienza all'estero che hai tu (e che invidio molto), ma conocrdo su quanto dici... soprattutto sulla cosa dei lamentoni... mamma mia quanto è vera! :)
In bocca al lupo per la casa e per il lavoro!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...