Tuesday, 17 November 2009

La pazza vita notturna cambridgese! (Ma de che....)

Come già detto Cambridge non è molto grande e gira e rigira le cose da fare sono sempre quelle sia di giorno che di notte. Oggi vi parlo di quest'ultima.

Dunque partiamo col dire che rispetto il bel paese la notte comincia prima e questo devo dire all'inizio ci ha creato non pochi problemi. Se normalmente da noi le discoteche chiudono alle 5 massimo (non ricordo bene perchè non frequentavo molto le discoteche in Italia) qui ti ritrovi buttato fuori già alle 2 per alcuni locali. Verso le 9.30 già i vari bar sono gremiti di gente.
La città offre parecchi pub che però raccolgono la maggior parte della clientela nel tardo pomeriggio, normalmente gente che poi va a casa per cena e non esce più.
Tra i vari posti si deve fare una distinzione tra quelli frequentati maggiormente da stranieri e al contrario quelli preferiti dagli inglesi.

Partendo dai bar al centro se ne possono trovare due ottimi frequentati per la maggior parte dagli inglesi dai 23 ai 40 anni.
Il B bar è grande, diviso su tre piani arredati con gusto, i drink sono molto buoni e offre la possibilità di parlare e ascoltare buona musica così come il suo gemello più piccolo il TaBouche che si trova davanti. Quest'ultimo è sempre pieno di gente, per avere un drink bisogna avere pazienza ma ne vale la pena perchè sono ottimi (il miglior cosmopolitan di Cambridge).
Simili bar si ritrovano in una delle vie centrali All bar one, The Castle, The Fountain e il The Regal Waterspoon. Sono tutti molto simili drink buoni e musica non male, l'unica pecca sono piccolini. L'unico differente è The Regal Waterspoon è molto grande ma ti puoi ritrovare a ballare la macarena con in mano uno shot di rum e un limone magari insieme ad una tipa sulla 50ina fasciata in un tubino effetto salsiccia. :S
Andando più centrali ancora troviamo una via di mezzo tra un bar e un club, La Raza.
Quest'ultimo non lo amo particolarmente la musica è pessima, lo spazio per ballare è minuscolo, i drink sono ottimi (consiglio l'Espresso Martini) ma è spesso frequentato da donne di mezza età che si comportano e si vestono come ventenni il che fa veramente tristezza. Ah dimenticavo essendoci il dj è a pagamento, il sabato costa 6£ in settimana mi pare 4£.

Dopo un drink normalmente si va al club. Normalmente non c'è la selezione all'ingresso, capita di rado, se vedono il viso un pò giovane ti chiedono il documento (18 anni per entrare, 21 per bere se non sbaglio). Il prezzo va dai 2£ in settimana ai 6/8£ il weekend se non c'è una serata altrimenti si paga di più ma varia molto da serata a serata. Ci sono molti club ma la maggior parte sono scadenti per i vari motivi:
- musica pessima
- gente discutibile (ragazzini, stranieri, pensionati, rompica..o vari)
- beveraggio schifoso (i baristi non sanno fare altro che cubalibre, ginlemon e shottini)

Il più scadente in assoluto è il SoulTree, tre piccoli piani due di musica squallida/commerciale (più che altro sempre la stessa) e uno di musica spagnola/latina. È frequentato per lo più da studenti stranieri (spagnoli, italiani e arabi). È stato l'unico posto in cui stavo per fare a botte con una ragazza, fortunatamente ci hanno divise dopo un paio di spinte, (chi mi conosce sa che non sono violenta e per farmici diventare ce ne vuole) quindi non ci tornerò più.
Simili ma migliori ci sono il Fez e il Ballare, i drink fanno schifo uguale ma la musica e la gente è abbastanza tollerabile.
Un pò più posh è invece il Revolution, selezione all'ingresso, drink buoni, musica e gente sono ok.
Vicino a casa nostra c'è invece il The Junction. È un locale enorme diviso in tre zone. È frequentato da inglesi maggiormente e offre un range di serate molto ampio ed interessante. La qualità del bar varia da serata a serata ma è abbastanza buona. Qui ogni mese si svolge la serata a mio parere migliore di Cambridge, il Salon Rouge di cui vi ho parlato in un precedente post.

In poche righe ecco i locali notturni locali o almeno quelli più rilevanti. Per quanto riguarda il look. Per le ragazze il look corrisponde al nostro capodanno, l'acchitto va per la maggiore.
Scarpe altissime, non importa se non ci sai camminare, vestitini cortissimi e fascianti. Non si indossa la giacca e le calze neanche a febbraio, si scende dal taxi e si corre malamente verso il locale per non prendere freddo, poi alla terza birra sembra di stare a ferragosto. E poi a fine serata le vedi devastate in giro con le scarpe in mano.
Per i maschietti non c'è un look predefinito, non si tirano a lucido come le ragazze però anche loro non usano la giacca.

3 comments:

CyberLuke said...

Questo è molto interessante, anche se, con ogni probabilità, se mai tornerò a Cambridge sarà perché sono venuto a trovare voi due... ;D
Cmq dalle foto, sembra vi divertiate molto... almeno Francesco... non vedo tutte e due le sue mani eheheh

alessandraclerico said...

Noo cosa mi hai fatto notare! La mano che manca è dietro la nostra amica Silvia! :P

Cécile said...

'Scarpe altissime non importa se non ci sai camminare, si scende dal taxi e si corre malamente verso la discoteca per non prendere freddo' questo scrivi. Che tristezza!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...