Monday, 2 November 2009

A bit of Halloween

Quest'anno Halloween è stato indeciso fino all'ultimo. All'inizio dovevamo essere tantissimi poi la maggior parte si è defilata in varie feste fuori Cambridge e siamo rimasti in 4. Venerdì sera decidiamo di prenotare al The Junction, (lo stesso club del Salon Rouge) dove sapevamo ci sarebbe stata una classica festa di Halloween con musica house.

Al momento del ritiro dei biglietti sabato pomeriggio all'affermazione "Dovremmo ritirare tre biglietti per stasera" ci viene detto "Ah per la serata gay, lesbo, bisex e trans?" e noi "No per la festa di Halloween" al che scopriamo che sono la stessa cosa. Sul sito non c'era scritto esplicitamente ma c'era questa sigla LGB&T di cui non conoscevo il significato ma che ora ho imparato. :D
Non mi preoccupo più di tanto dato che sono già stata in serate simili e di solito non è strettamente gay ma molto mista.

Il negozio di costumi sabato era pienissimo, c'era una lunga coda all'esterno e lasciavano entrare a colpi di tre/quattro alla volta, Francesco come al solito ha pensato bene all'ultimo di comprare l'occorrente per il suo costume e logicamente la cosa più ovvia, ovvero il sangue finto, era sold out ma poco male abbiamo rimediato con del semplice smalto per unghie.

Alle 20.00 cominciamo a prepararci trucco, costumi, ciglia finte, sangue finto e oddio i miei capelli cotonati da pazza che devo rifare ogni 10 minuti perchè nonostante i chili di lacca non stanno (infatti arrivati al locale saranno già mosci :().


Verso le 23.00 comincia la serata, siamo tra i primi ed il locale è quasi vuoto ma in breve si riempie. Una cosa mi ero dimenticata delle serate LGB&T, la musica è molto più bella che nelle altre serate. Normalmente nelle discoteche per ascoltare musica di qualità bisogna entrare tardi e dura poco, infatti io mi scoccio e sto massimo un paio di ore. Sabato invece è stata buona musica direi ottima in alcuni momenti e siamo stati quasi 5 ore a ballare fermandoci per un drink ogni tanto. Il Dj è stato bravissimo e ad un certo punto una ragazza ha cantato un paio di pezzi live.


L'unica pecca? Non facevano drink, ARGH! Io non amo la birra e ho trovato difficile scegliere; alla fine ho dovuto optare per i semplici VodkaLemon, GinLemon e VodkaRedbull e new entry... al posto di tequila, sale e limone uno shot di tequila e Redbull (questo perchè non avevano sale e limone :S).


Il costume più strano che ho visto è stato un tizio vestito solo con un tanga nero, un papillon e una tuta fatta di maglia a rete aderente. Per il resto erano molto classici, l'unica cosa ho visto tantissimi marinai...ragazzi...cosa meno scontata ad una festa gay non potevo aspettarmela!



6 comments:

Fra said...

Non sono mai stata ad un party di Halloween e nemmeno ad un party LGB&T (in effetti, non è che sia proprio intuitiva la sigla...).
Sembra che vi siate proprio divertiti, mi sarebbe piaciuto esserci! :))

Nicla said...

Figaaataaaa!
Adoroo i tuoi racconti. ^___^

alessandraclerico said...

Si dopotutto è stato un halloween divertente! :D

DAMA ARWEN said...

Mi piace vedere che voi 2 partecipate a varie feste in costume ecc e vi organizzate x bene per essere belli e impeccabii. Complimenti! Mi fa davvero uno strano effetto leggere questi racconti... non so perché!

P.S. Io cmq andrei in giro vestita tutti i giorni come eri vestita tu ad Halloween, Ale!

alessandraclerico said...

Mi piacerebbe pure a me andare in giro sempre così! Infatti è l'unico, per ora, costume che non venderò. Cambridge come divertimento non offre molto, per fortuna si salva qualcosa ogni tanto altrimenti qua ci sarebbe da morir di noia. :P

Anonymous said...

ciao

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...